Le Nostre Radici

postato in: CLAN, Eventi | 0

Wesley Alves Da Silva ha “riportato in vita” con la sua opera site specific un pino morto, simbolo del grave problema che affligge la pineta maremmana. Un’opera capace di restituire un senso sociale e umano all’arte, per scuotere le coscienze, far luce su problemi che sembrano non appartenerci.

#LiberArtiCLAN | Il falò delle vanità

A cavallo tra il XV e il XVI secolo, allontanata la famiglia de Medici, a Firenze sorse la repubblica. Il frate Girolamo Savonarola, le cui prediche puntavano il dito verso la corruzione morale di società e istituzioni,
diventò una figura centrale nel contesto culturale dell’epoca. Il progetto del domenicano ricorse a metodi di repressione della cultura come il falò delle vanità che richiama, senza ombra di dubbio, ad alcuni metodi di repressione tipici dei regimi del Novecento.

Il Mistero della Badessa

Per la gran parte dei nostri concittadini questa storia inizia mercoledì 3 giugno 2020, quando nella cronaca locale del Tirreno compare una foto scattata alcuni mesi prima. L’immagine ritrae i notabili grossetani riuniti sull’altare della Chiesa dei Bigi, per la … Continua

TRAME Festival | Si parte!

postato in: Appunti d'Arte, BLOG, CLAN, Eventi | 0

TRAME Festival – serrande chiuse per arte aperta – è stato inaugurato oggi in Chiasso delle Monache alla presenza del vice sindaco e Assessore alla cultura Luca Agresti, il Presidente di Fondazione Grosseto Cultura Giovanni Tombari, il Direttore del Polo … Continua

TRAME Festival | Il Programma

postato in: Appunti d'Arte, BLOG, CLAN, Eventi | 0

TRAME Festival – serrande chiuse per arte aperta – sta per arrivare! Vi aspettiamo da giovedì 25 a sabato 27 giugno 2020 nel centro storico di Grosseto, per una tre giorni di eventi e street art. Gli artisti Atez, Sofia … Continua

Cose d’Arte | Street art nel quartiere Sant’Ermete a Pisa

I residenti del quartiere Sant’Ermete a Pisa, riuniti in un comitato popolare, hanno deciso di dar voce al loro desiderio di riscatto in modo alternativo, trasformando la zona delle case popolari, in un museo a cielo aperto.