La FotoCosa del Giorno | Astrid Kirchher

FotoCose | la FotoCosa del giorno

Il 20 Maggio del 1938 nasceva la protagonista della storia di oggi: Astrid Kirchher.

Ottobre 1960, la scena è quella del fumoso Kaiserkeller Bar, un locale di Amburgo frequentato per lo più da marinai e prostitute.
Quella sera suona una band inglese e tra il pubblico c’è anche Astrid, studentessa d’arte e fotografia, con il fidanzato Klaus Voormann.
Lo sguardo di Astrid oltrepassa la spalla sinistra di Klaus e s’appiccica sui lineamenti ossuti del bassista che si sta esibendo sul palco, un ragazzo scozzese con la faccia da schiaffi che tutti chiamano Stu.
Astrid è già pazza di lui e dopo aver passato due interi giorni a fotografarlo, lascerà Klaus per mettersi con quello scozzese che ha un paio d’anni meno di lei.

Lui è Stuart Sutcliffe e quella del Kaiserkeller è una delle ultime esibizioni con il suo gruppo: i Beatles. Stu ha deciso da tempo che dopo le date di Amburgo lascerà la band per dedicarsi alla pittura.
Morirà due anni più tardi per emorragia cerebrale tra le braccia di Astrid, restando noto ai più come il quinto Beatle.

Nei giorni del Kaiserkeller Bar Astrid riempie i suoi rullini con foto della band.

Era mattina, perché usavo solo la luce del giorno, quindi i poveri ragazzi hanno dovuto alzarsi molto presto. Avevano finito di suonare solo alle quattro del mattino e ci siamo incontrati verso le nove o le dieci.
Avevano i capelli pettinati all’indietro col gel, sembravano davvero dei duri, così ho pensato che sarebbe stato perfetto fotografarli tra quei vagoni arrugginiti.

Astrid Kirchher

Secondo Mark Lewisohn, biografo dei Beatles, quella realizzata da Astrid è la foto definitiva del gruppo prima di raggiungere la fama internazionale.

Non perderti neanche una FotoCosa, iscriviti al Gruppo CLAN Fotografia su Facebook oppure Segui il Canale Telegram CLAN Foto

512
Corsi di Fotografia a Grosseto
Segui Francesco Rossi:

Fotografo

Dal 2009 si divide tra fotografia di matrimonio e documentaria. Come documentarista ha pubblicato su National Geographic Italia, L'Espresso e riviste minori. Come matrimonialista ha avuto l’opportunità di lavorare in Italia, Francia, Germania, Inghilterra, Svizzera e Bermuda. http://www.francescorossifotografo.it/