La FotoCosa del Giorno | La Mossa del Cavallo

FotoCose | la FotoCosa del giorno

E’ il 1872 e Leland Standfort, governatore della California, passa le notti insonne. E’ tormentato da una domanda: durante il galoppo del cavallo esiste un momento in cui l’animale ha tutte le zampe contemporaneamente sollevate da terra?

L’uomo che può rispondere al suo quesito è nato il 9 Aprile del 1830 a Kingston upon Thames, in Inghilterra e ora vive negli Stati Uniti.
Si tratta di Eadweard Muybridge. Approdato alcuni anni prima nel mondo della fotografia con lo pseudonimo di Helios, inizia come paesaggista e finisce per specializzarsi nella fotografia industriale.

Contattato da Leland Standford si mette subito a lavoro per sciogliere il suo dubbio, ma presto dovrà interrompere la sua ricerca per difendersi nel processo che lo vede imputato come assassino dell’amante della moglie. Muybridge, che ha effettivamente sparato all’uomo, verrà assolto perché il giudice ritiene che l’omicidio sia giustificato dalle circostanze.

Il governatore Standford dovrà quindi attendere 6 anni per ottenere una risposta all’annoso problema sul galoppo del cavallo, ma finalmente Muybridge mette insieme un complicato sistema costituito da 24 fotocamere sistemate parallelamente lungo il tracciato di un ippodromo, con le quali ottiene una sequenza senza precedenti che mostra accuratamente il galoppo equino.

E’ il 1878 e il mondo non sarà più lo stesso. Le foto di Muybridge rilevano una verità sconcertante: il cavallo solleva tutte e quattro le zampe da terra, ma non lo fa nel momento della completa estensione, come tutti avevano creduto fino ad allora.

La cosa, apparentemente insignificante, rendeva in realtà immediatamente inaccurate tutte le rappresentazioni pittoriche e scultoree che raffiguravano cavalli al galoppo irrealmente sospesi a mezz’aria con le zampe estese.

La conseguenza della dimostrazione di Muybridge fu che da quel momento in poi pittori e scultori cominciarono ad affidarsi sempre di più alla fotografia come base di partenza per le loro opere e per studiare i movimenti e le posture dei soggetti. Parallelamente Muybridge ci prese gusto e sviluppo ben 781 tavole raccolte in una collana di 11 volumi intitolata Animal locomotion: an electro-photographic investigation of consecutive phases of animal movements

The Photographer di Philip Glass, ispirato alla vicenda dell’omicidio dell’amante della moglie commesso da Muybridge
Lemon degli U2, il video è ispirato alle foto di Muybridge

Non perderti neanche una FotoCosa, iscriviti al Gruppo CLAN Fotografia su Facebook oppure Segui il Canale Telegram CLAN Foto

Scopri i nostri Corsi di Fotografia

Segui Francesco Rossi:

Fotografo

Dal 2009 si divide tra fotografia di matrimonio e documentaria. Come documentarista ha pubblicato su National Geographic Italia, L'Espresso e riviste minori. Come matrimonialista ha avuto l’opportunità di lavorare in Italia, Francia, Germania, Inghilterra, Svizzera e Bermuda. http://www.francescorossifotografo.it/