La FotoCosa del Giorno | Fratelli Alinari: custodi della storia

FotoCose | la FotoCosa del giorno

Il 29 aprile 1836 nasceva Giuseppe Alinari, l’ultimo della prima generazione dei “Fratelli Alinari“, fondatori dell’omonima società fotografica, la più antica al mondo.

Nel 1852, a pochissimi anni dall’invenzione stessa della fotografia, iniziano un lavoro di documentazione impressionante, che ad oggi conta oltre 5 milioni e mezzo di fotografie.

Costituita a Firenze dai fratelli Leopoldo, Giuseppe e Romualdo Alinari, la società Alinari fu anche la prima ditta fotografica ammessa al servizio dei Musei Vaticani, del Louvre, e sue sono le prime foto scattate alle opere d’arte lì conservate.

I fratelli Alinari

Il catalogo Alinari si arricchì soprattutto grazie all’attività di Vittorio, figlio di Leopoldo, e nel corso del Novecento le immagini del loro archivio costituirono più del 10% delle illustrazioni della grande editoria italiana.

Sono 350.000 le lastre di cristallo conservate oggi presso la “lastroteca”, che vanno dal 1870 al 1950, per molte delle quali è ancora possibile richiedere una stampa.

Foto che cambiarono il mondo

Oggi il merito più grande di questa raccolta è quello di poter vedere non solo foto di opere d’arte e architettura, ma anche e soprattutto scene della vita quotidiana, sport, eventi, tradizioni, usanze, grazie a immagini che, riviste oggi, sembrano appartenere ad un altro mondo.

In verità l’approccio degli Alinari cambiò il modo stesso di visitare l’Italia. Basti pensare al Grand Tour, e a quando intellettuali come Goethe, in visita nel nostro paese, facevano disegni che cercavano di rappresentare la realtà. Tutto questo cambiò, e furono le “rappresentazioni dal vivo” degli Alinari che andarono pian piano a sostituire il modo di “portarsi a casa” le immagini dell’Italia.

Tutto questo è spiegato anche molto bene dall’attuale Presidente degli Archivi, nel video qua sotto.

Come posso vedere le foto dell’Archivio?

Ad oggi è possibile visitare gli Archivi a Firenze, ma dal 1998 esiste anche la possibilità di consultare on-line una selezione di circa 350.000 immagini.

Oltre a questo Google Arts & Culture ha messo a disposizione una galleria con centinaia di foto appartenenti alla raccolta con anche immagini della guerra e, perchè no, dell’apertura di un supermercato Standa negli anni ’60!

Famiglia di zampognari, Caneva Giacomo, 1870
Lustrascarpe, Napoli, Autore sconosciuto, 1890
Chiosco di un acquaiolo a Napoli, Fratelli Alinari 1890/1900
Giovane venditrice di terraglie addormentata in una strada di Napoli, Fratelli Alinari 1890
Ritratto in costume di bambina della città di Taormina, Fratelli Alinari 1920
Italia. Frigorifero pieno di bevande ed alimenti, Villani Studio 1962
Inaugurazione del supermercato Standa a Perugia, Benvenuti Elio 1963

La grande guerra

Entrata delle truppe italiane a Trento, Autore sconosciuto 1918
Soldati assistono alla Santa Messa in un accampamento sul Piave, Baravalle Carlo 1915/1918
Dirigibile militare, Autore sconosciuto 1918/1919
Scheletri di soldati caduti nel Carso durante la Prima Guerra Mondiale. Baravalle Carlo 1915/1918

Non perderti neanche una FotoCosa, iscriviti al Gruppo CLAN Fotografia su Facebook oppure Segui il Canale Telegram CLAN Foto

512
Corsi di Fotografia a Grosseto

Segui Luca Deravignone:

Fotografo e videomaker

Fotografo e videomaker, dal 2012 è contributor per Getty Images per le foto di viaggio. Oltre a realizzare servizi foto e video, ha organizzato corsi di fotografia anche in collaborazione con università italiane.