La FotoCosa del Giorno | Le vite di Lee Miller

FotoCose | la FotoCosa del giorno

Il 21 luglio 1977 moriva Elizabeth “Lee” Miller, donna che nella sua vita si mosse sia davanti che dietro alla macchina fotografica con successo, alla ricerca di una sua strada che l’ha fatta passare da modella ad artista a fotografa di guerra e molto altro.

Modella per caso

A 19 anni, mentre camminava per strada a Manhattan, rischiò di essere investita da un’auto, ma fu trattenuta da un passante che le evitò l’incidente e che altri non era che Condé Nast, editore di Vanity Fair e di Vogue. Nast rimase affascinato da Lee, tanto da proporle un contratto da fotomodella e nei due anni successivi Lee divenne così una delle modelle più ricercate di New York.

Lee iniziò così ad essere sempre più interessata a quel che succedeva dietro la macchina fotografica. Doveva essere destino, la sua carriera di modella infatti si arrestò bruscamente quando una foto che la ritraeva fu utilizzata per la pubblicità di una marca di assorbenti, causando uno scandalo.

Artista e fotografa

Lee Miller si recò così a Parigi nel 1929 con l’intenzione di fare apprendistato presso Man Ray, diventando prima sua allieva e poi sua modella, collaboratrice, e anche compagna.

Dopo tre anni, delusa da Man Ray e dall’ambiente artistico, tornò a New York, dove continuò a fare la fotografa per un paio di anni, fino a quando si sposò con un facoltoso uomo d’affari egiziano. Dopo aver vissuto per altri te anni in Egitto, dove fotografò le antiche rovine, tornò a Parigi dove conobbe il suo futuro marito Roland Penrose.

Floating head (ritratto di Mary Taylor). Foto di Lee Miller.

Fotoreporter di guerra

Allo scoppio della seconda guerra mondiale intraprese la nuova carriera di fotoreporter di guerra per Vogue, e fu riconosciuta dall’esercito degli Stati Uniti d’America quale corrispondente di guerra, unica donna insieme a Margaret Bourke-White. Collaborò con il fotografo statunitense David Scherman, corrispondente di Life, con il quale ebbe una relazione. Scherman la fotografò nella vasca da bagno di Adolf Hitler a Monaco di Baviera, creando una delle immagini più rappresentative della collaborazione fra i due fotografi.

Gli ultimi anni

Dopo essere tornata in Gran Bretagna, Miller iniziò a soffrire di depressione, iniziando a bere. Quando si accorse di aspettare un bambino, chiese il divorzio dal marito egiziano, al quale era ancora ufficialmente sposata, e sposò Roland Penrose.

I suoi ultimi anni furono tormentati dal fantasma della guerra e dalle immagini dei campi di concentramento, chiudendo a 77 anni una vita piena ed eccezionale.

Non perderti neanche una FotoCosa, iscriviti al Gruppo CLAN Fotografia su Facebook oppure Segui il Canale Telegram CLAN Foto

512
Corsi di Fotografia a Grosseto
Segui Luca Deravignone:

Fotografo e videomaker

Fotografo e videomaker, dal 2012 è contributor per Getty Images per le foto di viaggio. Oltre a realizzare servizi foto e video, ha organizzato corsi di fotografia anche in collaborazione con università italiane.