La FotoCosa del Giorno | Paura e delirio a Pamplona

FotoCose | la FotoCosa del giorno

Tutti di corsa per San Fermin

Poteva essere una delle nostre Photo OPs, ma quest’anno non si correrà la celebre corsa dei tori di Pamplona che si tiene ogni anno all’interno della festa di San Fermin, celebrata dal 6 al 14 luglio.

Una delle attività più famose della festa è appunto l’Encierro, una corsa lungo le vie della città inseguiti da tori in corsa. L’encierro viene ripetuto ogni mattina alle 8, dal 7 al 14 luglio, e per fortuna dei corridori (e anche dei tori) dura solitamente 3/4 minuti: giusto il tempo (per alcuni) di farsi incornare o calpestare da un animale di diversi quintali, peraltro munito di corna.

Il festival di San Fermin del 2019. Foto di JAIME REINA/AFP/Getty Images

Non sono infatti rari i casi di incidenti più o meno gravi (tra il 1922 e il 2009 ci sono state 15 vittime), ma a quanto pare questo non sembra scoraggiare i 2000/3000 partecipanti circa che si cimentano ogni anno.

Ovviamente la singolare situazione richiama ogni anno anche fotografi da tutto il mondo, e tra gli esempi celebri abbiamo anche la fotografa di Magnum Inge Morath che la visitò nel 1954 (e si nota che a quei tempi era davvero poco gremita rispetto ad oggi).

Inge Morath, Pamplona, 1954. Festival di St. Fermin

Ma come nasce questa usanza? Nel medioevo i pastori portavano i tori dalle praterie della Navarra fino alla plaza mayor, trascorrendo la notte precedente la corrida accampati vicino alla città. Quando all’alba entravano in Pamplona, insieme a tori e cavalli, la gente li aiutava a dirigere gli animali. Ma verso la fine del 1800 ci fu un cambio di tendenza e si passò da correre dietro ad essi per aiutare a rinchiuderli, a correrci davanti, dando così origine a questa tradizione.

Il festival di San Fermin del 2019. Foto di Susana Vera/REUTERS

Ernest Hemingway ha contribuito moltissimo alla popolarità della corsa col suo primo libro Fiesta, nel quale un gruppo di amici va proprio ad assistere alla festa di San Firmino a Pamplona.

Questa è la quinta volta nella storia che viene sospesa questa tradizione, con cause che vanno dalla guerra civile, ad attacchi terroristici dell’ETA, a disordini vari, fino ad arrivare, quest’anno, alla pandemia di COVID-19.

Non perderti neanche una FotoCosa, iscriviti al Gruppo CLAN Fotografia su Facebook oppure Segui il Canale Telegram CLAN Foto

512
Corsi di Fotografia a Grosseto
Segui Luca Deravignone:

Fotografo e videomaker

Fotografo e videomaker, dal 2012 è contributor per Getty Images per le foto di viaggio. Oltre a realizzare servizi foto e video, ha organizzato corsi di fotografia anche in collaborazione con università italiane.